Prevenzione a contrasto dell'esclusione sociale

Cos'è: L’esclusione sociale è intesa come un insieme di fattori di rischio che limitano le capacità delle persone e ne impediscono il raggiungimento di un adeguato livello di qualità della vita. Viene anche intesa come fragilità che non riguarda esclusivamente la povertà economica e il disagio estremo, ma anche carenze rispetto ai legami familiari e sociali, ai sistemi abitativi, alla formazione o all’integrazione lavorativa e sociale.

Iter: Vengono offerti interventi mirati di aiuto, sostegno a prevenzione dell'esclusione sociale.

Pari Opportunità

Il disagio e la disabilita' sono realta' da assistere e non da compatire. E' in quest'ottica che si vuole costruire una societa' con pari opportunita'  per tutti: anziani, obesi, mamme col passeggino, persone infortunate e meno fortunate.

Finalita': Promuovere e realizzare pari opportunità  nella educazione e nella formazione, nella cultura e nei comportamenti, nella partecipazione alla vita politica, sociale ed economica, nelle istituzioni, nella vita familiare e professionale e per rimuovere gli ostacoli che, di fatto, impediscono la piena parità di lavoro e nel lavoro.

Servizi Residenziali

Cosa sono: Non solo luoghi dove poter ospitare, ma anche e soprattutto ambienti accoglienti capaci di generare condizioni di vita adeguate ai bisogni delle persone ospitate, garantendo loro sostegno, recupero ed inserimento sociale attraverso il corretto accesso ai Servizi del territorio.

Gli obiettivi: I Servizi residenziali si propongono il raggiungimento dei seguenti obiettivi:

  • promuovere negli ospiti un processo di autonomia e recupero delle proprie capacità, competenze e abilità personali;

  • promuovere il coinvolgimento responsabile delle famiglie degli ospiti, con possibilità di frequenti contatti laddove non ci siano condizioni ostative valutate dal Servizio Sociale o dall'Autorità Giudiziaria, al fine di garantire la continuità dei rapporti familiari;

  • promuovere la socializzazione e la normale vita di relazione degli ospiti attraverso l'apertura all'ambiente esterno.

Promozione socio educativa e culturale

E' un intervento finalizzato alla crescita culturale dei soggetti.

Gli obiettivi: Realizzare un luogo aperto e flessibile per l’incontro e la socializzazione reciproca dei bambini (dai 2 agli 11 anni) dove il gioco si interseca con l’apprendimento e l’educazione individuale e collettiva. - Offrire occasioni di formazione ed informazione per le famiglie nell’ottica di una acquisizione di competenze in ambito genitoriale e sociale. - Offrire consulenza psicologica e sociale alle famiglie con minori e promuovere le figure genitoriali con iniziative di sostegno psico-sociale e interventi a sostegno di nuclei familiari rivolti a tutti ed in particolare a quelli che presentano disagi di diversa entità e natura per prevenire forme di emarginazione ed isolamento sociale. - Sviluppare le potenzialità giovanili e potenziare la capacità di autogestione dei gruppi volontari giovanili. - Promuovere interventi che facilitino l’uso del tempo e degli spazi urbani e naturali, ai fini dell’ampliamento della fruizione di beni e servizi ambientali, sociali e sportivi

Adozione Internazionale

L'adozione internazionale è l'adozione di un bambino straniero fatta nel suo paese, davanti alle autorità e alle leggi che vi operano.
Perché una simile adozione possa essere efficace in Italia è necessario seguire delle procedure particolari, stabilite dalle leggi italiane e internazionali. Altrimenti l'adozione straniera non sarà ritenuta valida, e il bambino non potrà nemmeno entrare nel nostro paese. Per di più, in certi casi, l'inosservanza delle leggi sull'adozione può costituire un reato.

Iter: La prima tappa, per chi desideri adottare un bambino straniero, è il Tribunale per i minorenni competente per il territorio di residenza. Una volta individuato il Tribunale, occorrerà rivolgersi all' ufficio di cancelleria civile per presentare la "dichiarazione di disponibilità" all'adozione internazionale. Entro 15 giorni dalla presentazione della dichiarazione di disponibilità, il giudice minorile trasmette la documentazione relativa alla coppia aspirante, ai servizi degli Enti locali. I servizi degli Enti locali hanno il ruolo importante di conoscere la coppia e di valutarne le potenzialità genitoriali, raccogliendo informazioni sulla loro storia personale, familiare e sociale. Il lavoro dei servizi è volto alla stesura di una relazione da inviare al Tribunale, che fornirà al giudice gli elementi di valutazione sulla richiesta della coppia. Una volta ricevuta la relazione il Tribunale convoca i coniugi e può, se lo ritiene opportuno, disporre ulteriori approfondimenti. A questo punto il giudice decide se rilasciare un decreto di idoneità o se emettere invece un decreto attestante l'insussistenza dei requisiti all' adozione. La coppia in possesso del decreto di idoneità, deve iniziare entro 1 anno dal suo rilascio la procedura di adozione internazionale, rivolgendosi ad uno degli enti autorizzati dalla Commissione per le adozioni internazionali. L'ente segue i coniugi e svolge le pratiche necessarie per tutta la procedura. La fase successiva è quella dell'incontro all'estero. Si tratta della fase più delicata e importante dell'intera procedura di adozione. In questa fase l'ente autorizzato al quale i coniugi si sono rivolti si fa carico della procedura di adozione nel paese straniero scelto. L'ente, una volta ricevuta dall'autorità straniera la proposta di incontro con il bambino da adottare, ne informa gli aspiranti genitori adottivi e, avutone il consenso, li assiste svolgendo tutte le pratiche necessarie. Una volta ricevuta dall'ente autorizzato la documentazione sull'incontro avvenuto all'estero e sul consenso a questo prestato dai coniugi, la Commissione per le adozioni internazionali autorizza l'ingresso e la permanenza del minore adottato in Italia, dopo aver certificato che l'adozione sia conforme alle disposizione della Convenzione de L'Aja. Dopo che il bambino è entrato in Italia, e sia trascorso l eventuale periodo di affidamento preadottivo, la procedura si conclude con l'ordine, da parte del Tribunale per i minorenni, di trascrizione del provvedimento di adozione nei registri dello stato civile. Con la trascrizione il minore diventa definitivamente un cittadino italiano e un membro a tutti gli effetti della nuova famiglia "multi-etnica" che è appena nata.

http://www.commissioneadozioni.it

Sostegno del ruolo genitoriale

La Legge 328/2000 individua la famiglia quale soggetto attivo nella realizzazione del sistema integrato di interventi socio-assistenziali. Oltre a varie forme di sostegno economico, che si ritrovano alla voce "Sostegno Economico" ( Assegni di maternità, assegni per nuclei familiari numerosi) sul territorio sono attivati interventi di sostegno alla genitorialità e di supporto nella gestione di situazioni familiari problematiche. Il servizio si concretizza nell'erogazione, sul territorio, di mediazione familiare, rivolto a coppie separate con difficoltà di gestione del rispettivo ruolo genitoriale.

Servizi a contrasto della povertà

Sono servizi nati per contrastare efficacemente i fenomeni legati a povertà ed esclusione sociale. E'  necessario, a tal fine, mettere in atto azioni legate ad una vasta gamma di politiche: da quelle "classicamente assistenziali" a quelle di riduzione della povertà; dalle politiche di moderna protezione sociale e di integrazione sociale e culturale ad interventi per l’orientamento, la formazione e l’occupazione per le fasce più vulnerabili della popolazione; dalle politiche di sviluppo dell’economia sociale, di armonizzazione dei tempi e delle esigenze di vita familiare a quelle per gli alloggi, per la salute, per lo sport e il tempo libero, fino ad arrivare a quelle relative allo sviluppo del sapere e delle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione.

Assegno per il nucleo familiare: È un contributo che il governo ha stabilito di dare alle famiglie con 3 o più figli minorenni. Per avere diritto all'assegno è necessario:

  • essere cittadino/a italiano/a o comunitario/a residente;

  • essere genitore di tre o più figli minorenni;

  • far parte di un nucleo familiare in possesso di risorse economiche, calcolate in base all'Indicatore della Situazione Economica (ISE)  non superiori a € 8.555,99 annue.
    Personale incaricato: Sig.ra Loredana Dugo tel. 0931/781300

La misura dell’assegno, per il 2016, è di €. 141,30 e su base annua è di € 1.836,90

La domanda deve essere presentata presso gli uffici di Servizio Sociale della Circoscrizione di competenza territoriale, nell'arco dell'intero anno in corso, con scadenza al 31/01 dell'anno successivo

Documentazione necessaria: Modulo di assegnazione assegni familiari

Richiesta di contributo economico: Si tratta di contributi finalizzati a favore di nuclei o persone singole in condizione di disagio sociale ed economico erogati per superare una situazione di bisogno eccezionale e transitoria. La concessione e l'ammontare dei contributi avviene sulla base di quanto previsto dal regolamento.Personale incaricato: Rag. Gaetana Latina tel. 0931/781300

Documentazione necessaria: L'Istanza va presentata presso l'Ufficio di Servizio Sociale della propria Circoscrizione

Richiesta contributo di sostegno abitazioni in locazione: Al fine di ampliare l’offerta di abitazioni per garantire le esigenze delle classi sociali in difficoltà, il Ministero LL.PP., con decreto del 07/06/99 ha fissato i requisiti minimi per beneficiare dei contributi integrativi.

Documentazione necessaria:

  • BANDO
  • Modello di domanda (Mod. A3)
  • Modulo di domanda (Mod. A4)

Sostegno inclusione attiva

I biglietti del bus e del parcheggio si pagano anche con il credito telefonico o col cellulare

Mobile Ticketing

Il servizio viene fornito su indicazione dell' Ordine dei Farmacisti della provincia di Siracusa

Farmacie

Cambio di residenza in tempo reale: cambiano le modalità. Modulistica e modalità di presentazione

Cambi residenza

Promuovere lo sviluppo economico e sociale del territorio. I progetti, gli eventi, gli avvisi.

StartUp

Il portale dedicato a tutti i piccoli utenti del Servizio di Refezione Scolastica e alle loro famiglie

Info Refezione

Siracusa. Una città di qualità, una città come bene comune, una città delle persone.

Città educativa

Eventi a Siracusa

Luglio 2019
L M M G V S D
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31 1 2 3 4

Meteo

giweather joomla module

Il quotidiano della PA

Seguici su Facebook

  • foto1.jpg
  • foto2.jpg
  • foto3.jpg
  • foto4.jpg
  • foto5.jpg
  • foto6.jpg
  • foto7.jpg
  • foto8.jpg
  • foto9.jpg
© 2019 Comune di Siracusa. Tutti i diritti riservati.