Mascherine e green pass, le regole dal 1° maggio

mascherinagreenpass1

 La mascherina continuerà a essere obbligatoria in ufficio fino al 30 giugno e non fino al 15 come ipotizzato in un primo momento. Governo e sindacati hanno deciso di comune accordo di lasciare il dispositivo di sicurezza nei luoghi di lavoro ancora per un po’.

Le disposizioni sono vigenti dal 1° maggio 2022 fino alla data di entrata in vigore della Legge di conversione del Decreto-legge n.24 del 24 marzo 2022 e comunque non oltre il 15 giugno 2022.

Indossare la mascherina non sarà più obbligatorio al chiuso tranne per mezzi di trasporto pubblici, cinema, teatri, palazzetti dello sport e strutture sanitarie

Con la nuova ordinanza firmata dal presidente del Consiglio Mario Draghi e dal ministro della Salute Roberto Speranza, cambiano a partire da domenica 1° maggio le regole per l'uso della mascherina e del green pass.

Si tratta di fatto dell'allentamento più significativo delle misure restrittive imposte in Italia ormai da oltre due anni, con la sospensione dell'obbligo di indossare la mascherina in quasi tutti i luoghi anche al chiuso, e del Green Pass, che non sarà più richiesto salvo in alcuni specifici contesti.

Resta ancora in vigore però l'obbligo vaccinale almeno fino al 15 giugno per tutte le categorie per le quali è previsto oggi, ma con la prospettiva di lasciarlo decadere per tutti entro il 31 dicembre 2022.

Nuove regole mascherina, dove sarà obbligatorio indossarla dal 1° maggio

Non si tratta della cancellazione definitiva dell'obbligo di indossare la mascherina, non solo perché in alcuni contesti continua ad essere in vigore anche dopo il 1° maggio, ma anche perché all'occorrenza, ad esempio in occasione di eventuali nuove ondate di coronavirus o altri virus pericolosi o presunti tali, verrà prontamente rispolverato.

Stesso discorso per il Green Pass, che non viene cancellato, e non solo perché continuerà ad essere richiesto in alcuni contesti come nel caso di visite nelle Rsa e negli ospedali, ma anche perché si tratta di uno strumento le cui applicazioni pratiche sono molteplici e potenzialmente del tutto slegate da qualsivoglia pretesto di ordine sanitario.

Quanto alle regole in vigore a partire dal 1° maggio, per quel che riguarda le mascherine, l'ordinanza firmata dal ministro della Salute e dal presidente del Consiglio dispone la sospensione dell'obbligo di indossarle nella maggior parte dei luoghi pubblici, tanto al chiuso quanto all'aperto.

Resta l'obbligo di indossare la mascherina sui mezzi di trasporto pubblici quali treni, autobus, traghetti, metropolitana e aerei. Si deve indossare la mascherina anche a teatro o al cinema, così pure nei palazzetti dello sport per assistere ad esibizioni sporive, ma non allo stadio dove invece l'obbligo decade.

Anche dopo il 1° maggio sarà obbligatorio indossare la mascherina a scuola fino alla fine dell'anno scolastico, per tutti gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado dai 6 anni in su.

Infine, restano obbligatorie le mascherine in ambito sanitario, quindi negli ospedali e per le visite nelle Rsa, dove probabilmente l'obbligo resterà in vigore senza la previsione di fissare alcuna scadenza nemmeno in futuro.

Dove non sarà più obbligatorio l'uso della mascherina

Non sarà più obbligatorio indossare la mascherina, a partire dal 1° maggio, in tutti gli altri luoghi pubblici, tanto al chiuso quanto all'aperto. Significa che da domenica non servirà più la mascherina per entrare in bar e ristoranti, per andare a fare la spesa, o per entrare in qualsiasi attività aperta al pubblico.

Per quanto riguarda i luoghi di lavoro, almeno fino al rinnovo dei protocolli tra imprese e sindacati, valgono le regole che essi stabiliscono. Questo vuol dire che l'obbligo della mascherina sul luogo di lavoro resta in vigore anche dopo il 1° maggio, ma già la prossima settimana sindacati e imprese si incontreranno per stabilire una eventuale proroga delle attuali norme, o apportare delle modifiche.

 

Seguici su:    

fb

whatsappjpg

Per ulteriori informazioni in tempo reale, se non sei già iscritto al Whatsapp Comunale fallo subito, digitando "iscrizione on" al 3357475817

NUMERO VERDE DI PROTEZIONE CIVILE - SIRACUSA  800187500

NUMERO VERDE PER LA SICILIA  800458787

INFORMAZIONI VACCINAZIONI: URP 0931 484349/484360 email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Misure di contenimento contagio

DPCM 24 marzo 2022

Ordinanza contingibile ed urgente

Ord.n.101 del 1 dicembre 2021

Rifiuti COVID verso la normalità

Conferimento rifiuti COVID

Ingressi in Italia: certificazioni verdi Covid-19, validità, equivalenze e deroghe

Le misure per gli ingressi in Italia

 

Modalità di accesso ai luoghi della cultura e dello spettacolo

Musei,Mostre,Cinema...

Misure di solidarietà alimentare LINEA 1 - ART. 53 DEL DL 73-2021

Assegnazione di voucher/buoni spesa

ministero della salute epicentro OMS regione sicilia anci


I biglietti del bus e del parcheggio si pagano anche con il credito telefonico o col cellulare

Mobile Ticketing

Il servizio viene fornito su indicazione dell' Ordine dei Farmacisti della provincia di Siracusa

Farmacie

Cambio di residenza in tempo reale: cambiano le modalità. Modulistica e modalità di presentazione

Cambi residenza

Il portale dedicato a tutti i piccoli utenti del Servizio di Refezione Scolastica e alle loro famiglie

Info Refezione

Siracusa. Una città di qualità, una città come bene comune, una città delle persone.

Città educativa

Il quotidiano della PA

Eventi a Siracusa

Giugno 2022
L M M G V S D
30 31 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 1 2 3
  • foto1.jpg
  • foto2.jpg
  • foto3.jpg
  • foto4.jpg
  • foto5.jpg
  • foto6.jpg
  • foto7.jpg
  • foto8.jpg
  • foto9.jpg